Figli Delle Stelle - 40° Anniversario

Figli delle stelle ha toccato 40 anni fa una corda invisibile che tutti abbiamo direi a livello inconscio e di cui molti ne sono consapevoli e sono per questo figli delle stelle.

Probabilmente la mia corda era iniziata già a vibrare da prima del mio primo volo per gli States. La fermata di 12 ore Reykjavik, perché nevicava da morire in Islanda, poi a New York, stordito e assalito dall’odore del vapore dai tombini, il Chelsea Hotel, attorniato da leggende viventi e l’entrata trionfante the Sun Ra, carismatico jazzista africano, seguito da una piccola tribù ad inondarmi di colori variopinti. Era New York. Ma io volevo andare in California. Ed eccomi subito dopo in uno studio a San Francisco, dove l’ingegnere del suono, l’amico Rick, prima di svenire sul banco a fine session, mi lancia un contatto… Il contatto.

Ed ecco finalmente le palme.

All’Los Angeles ci fu realmente un incontro di stelle negli studi di Jay Graydon, chitarrista e produttore dell’album. C’era David Foster, famoso pianista e produttore, era ‘LA Sound’, funkypopsoul, era la crema della musica… E così creammo delle immagini sonore, era l’album figli delle stelle, che avrebbe tracciato una strada da percorrere domani.

Figli delle stelle si è trasformata nei decenni facendosi vivere da generazioni con esigenze e costumi diversi, credo pertanto che FDS sia una condizione di essere, uno stato mentale, se per mente si intende cervello connesso al cuore.

Dalla solare California alle luci di Milano, dal misticismo al materialismo, nelle feste e sulle pedane di generazioni danzanti, Figli Delle Stelle fa vibrare quella corda che forse ci collega alla nostra gioiosa solitudine universale.

La mia orbita

Nato a Napoli il 9 Dicembre 1950, da padre partenopeo e madre gallese, vivo i primi vent’anni tra il Vomero, il Galles, Londra e Folkstone sulla Manica.

Cresco con il Progressive Rock inglese degli inizi anni ’70 e cerco un nuovo uso della voce ispirandomi al cantautore californiano Tim Buckley.

Debutto con l’album “Aria” (EMI 1972) che ottiene il premio della critica discografica per le nuove tendenze come miglior album dell’anno e che si avvale della preziosa collaborazione di Jean Luc Ponty, violinista francese famoso per aver introdotto nel jazz l’uso del violino elettrico.

La registrazione di Aria mi porta a Parigi e Nizza, quindi col mio primo contratto EMI Harvest mi sposto a Roma che diviene la piattaforma base da cui decolleranno i miei viaggi futuri.

Il singolo “Vorrei incontrarti” tratto da questo album finisce per diventare una delle canzoni simbolo della generazione ribelle della contestazione post ’68.

Nel ’73 registro interamente a Londra il secondo album “Come un vecchio incensiere all’alba di un villaggio deserto” (EMI 1973) con musicisti del Progressive britannico.

Cresce l’interesse della televisione italiana con il singolo Serenesse.

Il mio terzo album “Alan Sorrenti” (EMI 1974) contiene “Dicitencello Vuje”, un classico napoletano interpretato e realizzato in chiave psichedelica, che entra a far parte della Top 10 Italia.

Qui la mia strada è a una svolta e due anni dopo, nel ’75 , il viaggio riprende in  Senegal, Sud Casamance, West Africa, alla scoperta del ritmo.

Non riesco a fermarmi e, nutrito del ritmo dei venti africani, nel ’76, insieme al mio produttore esecutivo Corrado Bacchelli, intraprendo il mio primo viaggio transoceanico verso l’America del Nord, prima N.Y. tappa d’obbligo, e poi la West Coast.

A San Francisco registro con una band “fusion” il mio quarto album “Sienteme it’s time to land” (EMI 1976)” interamente cantato in inglese, eccetto Sienteme, che scrivo e canto in dialetto napoletano.

La band americana mi segue in tour per una serie di concerti in Italia, arrangiati da Mark Isham, noto compositore americano di musiche per film.

Finito il tour mi trasferisco a Los Angeles, California, dove risiedo per 5 anni e dove registro i miei 3 albums più popolari: “Figli delle Stelle” (EMI 1977), la cui hit “Figli delle Stelle” esprime un cambio di costume e stile di vita in Italia e nel mondo, e successivamente “L.A.&N.Y” (EMI 1979)
e “Di Notte” (EMI 1980), realizzati con la produzione del leggendario chitarrista e produttore californiano Jay Graydon e si avvalgono della partecipazione del pianista David Foster.

Nel ’79 “Tu sei l’unica donna per me” dall’album “L.A.N.Y.” arriva ai primi posti in classifica in Italia, Germania, Svizzera e Scandinavia, vincendo all’arena di Verona il Festival Bar.

Un anno dopo “Non so che darei” dell’album “Di Notte” rappresenta l’Italia all’Eurovision Festival classificandosi terzo.

Nel 1982 Il singolo “La strada brucia” realizzato tra L.A. e Londra e poi l’album “Angeli di strada” (RICORDI 1982) registrato in Islanda, esprimono il mio rifiuto a essere confinato entro certi modelli di mercato ed inizio a riconoscermi come un “outsider visionario” che vuole continuare ad esplorare dimensioni di vita diverse seguendo il flusso della propria creatività. Come outsider la musica per me è sempre stata ed è tuttora un fatto esistenziale.

Alcuni anni dopo l’incontro con il “Vero Buddismo di Nichiren Daishonin” è l’inizio della mia rivoluzione umana, che si materializza nel mistico album “Bonno Soku Bodai” (WEA 1986).

Contemporaneamente in quegli anni mi metto a studiare sceneggiatura americana e ne scrivo una dal titolo Mirai dove racconto una storia tra fantasia, scienza e misticismo.

L’esperienza mi serve per cambiare aria e riallenarmi a scrivere.

E nel 1992 ritorno in studio, di nuovo a Londra, dove realizzo insieme al mio editore Toni Verona, un album dal titolo “Radici” (DSB 1992), una “London Version” dei miei brani più famosi arrangiati da Matteo Saggese, con il quale scrivo due inediti “Vola” e “Esisiti tu”.

Fa seguito un periodo di viaggi, tra le riserve della Tanzania e i vulcani dei Caraibi.

Dal ’96 in poi mi fermo spesso a Miami Beach, Florida, e riprendo a scrivere musica.

Nel ’96 infatti esce una raccolta di Greatest Hits intitolata “Miami” (EMI 1996) con 3 inediti e tra questi la traccia “Kyoko mon amour” fa la sua entry nel circuito “discoclub”.

Nel 2003 realizzo un cd album inedito “Sottacqua” (SONY 2003) prodotto a fasi alterne prima con Dj Alex Neri e Marco Baroni (entrambi duo Kamasutra e succesivamente Planet Funk) e poi con “Soul Est” una produzione R&B di Trieste insieme ad Alex Castellana e Nick Ardessi.

Tratto da quell’album è “Paradiso Beach”, che gradito a Radio DJ, va forte nel circuito clubs, ponendomi all’attenzione delle nuove generazioni danzanti.

Nel 2003 riprendono i viaggi: Caraibi, Sud Africa, Vietnam, Oman, Sri Lanka e Hawaii.

Nel 2014 realizzo a New York con il Dj americano Louis Vega un remix di Figli delle Stelle.

DIARIO DA OGGI

Oggi ho voglia di raccontarmi in un ampio e ricco progetto, che include una raccolta particolareggiata della mia musica dall’inizi degli anni ’70, progetto che è iniziato nell’autunno 2017 per l’Universal con 2 cds in occasione di “Figli delle Stelle 40th Anniversary” e proseguirà nella primavera 2018 con la fase Prog deI primi anni ’70.

Ripercorrere le traccie del passato per disegnare il futuro.

E nel mio futuro c’è l’uscita di inediti e di un libro in parte autobiografico, dove scrivo d’incontri, emozioni, passioni, viaggi e visioni. Dove vi racconterò una storia senza inizio, la mia.

Discografia

1. Aria – 19:49

2. Vorrei incontrarti – 4:58

3. La mia mente – 7:36

4. Un fiume tranquillo – 7:59

iTunesAmazon

1. Angelo – 4:32

2. Serenesse – 3:53

3. Una Luce Si Accende – 5:29

4. Oratore – 5:09

5. A Te Che Dormi – 3:53

6. Come Un Vecchio Incensiere All’alba Di Un Villaggio Deserto – 23:15

iTunesSpotify

1. Un Viso D’inverno – 7:44

2. Dicitencello Vuje – 4:00

3. Ma Tu Mi Ascolti – 7:37

4. Sulla Cima Del Mondo – 4:52

5. Poco Più Piano – 4:05

6. Microfoni Assassini – 4:32

7. Incrociando Il Sole – 4:50

iTunesSpotify

1. Alba – 6:47

2. The Prisoner and the Dancer – 4:15

3. Island Queen – 4:44

4. Sienteme – 3:35

5. Try to Imagine – 3:22

6. Seagull Song – 3:54

7. Sliding On the Wire – 3:15

8. Listen – 2:44

9. Your Love Is Magic – 3:05

iTunesSpotify

1. Figli delle stelle – 4:35

2. Donna luna – 3:25

3. Passione – 4:58

4. Notte di stelle – 0:40

5. E tu mi porti via – 3:56

6. Un incontro in ascensore – 3:37

7. Casablanca – 5:06

8. C’è sempre musica nell’aria – 3:25

9. Tu sei un’aquila e vai – 8:05

iTunes

1. Tu Sei L’unica Donna Per Me – 3:50

2. Per Sempre Tu – 4:40

3. Dancing In My Heart – 3:02

4. Provaci – 3:20

5. Look Out – 4:57

6. Take a Chance – 5:59

7. Love Fever – 7:04

iTunesAmazon

1. Non so che darei

2. Magico… di notte

3. Prova con me

4. L’ora del tramonto

5. Ora 06

6. Avrei dovuto dirti no

7. Non è follia

8. If you need me now

Amazon

A. La strada brucia

B. Corro

YouTube

A1. Vorrei Incontrarti – 4:56

A2. Dicitencello Vuje – 3:59

A3. Sienteme – 3:37

A4. Passione – 5:00

A5. Donna Luna – 3:25

A6. Un Incontro In Ascensore – 3:33

B1. Figli Delle Stelle – 4:35

B2. Casablanca – 5:09

B3. Tu Sei L’unica Donna Per Me – 3:48

B4. Non So Che Darei – 3:22

B5. Prova Con Me – 3:53

B6. La Strada Brucia – 4:12

A1. Quanne Stai Luntana A Me

A2. Lei

A3. Credimi Non Voglio Perderti

A4. Martedì D’Estate

A5. Angeli Di Strada( Maybe I Love You)

B1. Prima Donna

B2. In Silenzio

B3. Io Non So Niente Di Te

B4. I Sogni Non Muoiono Mai

Discogs

1. Non Si Nasce Mai Una Volta Sola – 4:50

2. Desiderare È Legge – 6:01

3. Tutto E Subito – 6:30

4. Il Volto Più Inquietante Dell’Amore – 5:16

5. Fuori Dal Buio – 5:05

6. Creature Celesti – 4:00

7. Mia Thai – 4:39

8. Vera Felicità – 7:02

AmazonDiscogs

1. Vola – 4:26

2. Le Tue Radici – 3:53

3. Sienteme – 3:20

4. Dicitencello Vuje – 4:13

5. Donna Luna – 3:45

6. Non So Che Darei – 4:31

7. Esisti Tu – 3:51

8. Serenesse – 3:57

9. Tu Sei L’unica Donna Per Me – 3:47

10. Figli Delle Stelle – 4:43

11. Vorrei Incontrarti – 5:01

12. Figli Delle Stelle – Radio Edit – 4:30

13. Figli Delle Stelle – Fabulous Remix – 6:50

Discogs

1. Kyoko Mon Amour (Radio Edit) – 4:15

2. Kyoko Mon Amour (Album Version) – 5:01

3. Kyoko Mon Amour (Extended Mix) – 6:42

4. Figli Delle Stelle – 4:34

YouTubeDiscogs

1. Kyoko Mon Amour

2. Una Come Te

3. Torna a Surriento

4. Figli Delle Stelle

5. Tu Sei L’Unica Donna Per Me

6. Dicitencello Vuje

7. Non So Che Darei

8. Sienteme

9. Le Tue Radici

10. Passione

11. Try to Imagine

12. Un Incontro in Ascensore

13. E Tu Mi Porti Via

14. Donna Luna

15. Look Out

16. Take a Chance

Amazon

1. Paradiso beach – Alan Sorrenti & Jenni B – 4:25

2. Sottacqua (Radio Cut) – 4:38

3. Sky – 5:00

4. Mi fai venire un’eclisse – 3:17

5. Visionario – 4:52

6. Semplicemente mi manca – 4:32

7. Adesso dove sei – 4:06

8. Se guardo più in là – 4:01

9. Fellini ballerina – 4:45

10. Stato di grazia non stop – 4:19

11. Mediterraneo – 3:25

12. Lasciami in aria – 4:31

13. Uniti e diversi – 4:48

14. Crazy Love – 3:45

iTunesAmazon

1. Brivido Superlight (Radio Mix) – 3:33

2. Brivido Superlight (Radio Club Mix) – 3:41

3. Brivido Superlight (Cal Dub Mix) – 5:59

4. Brivido Superlight (Extended Mix) – 5:51

iTunes

1. Vola – 4:28

2. Le Tue Radici – 3:53

3. Dicitencello Vuje – 4:13

4. Sienteme – 4:13

5. Donna Luna – 3:45

6. Non So Che Darei – 4:31

7. Esisti Tu – 3:51

8. Serenesse – 3:57

9. Tu Sei L’unica Donna Per Me – 3:47

10. Figli Delle Stelle – 4:43

11. Vorrei Incontrarti – 5:01

12. Figli delle stelle (Radio Edit) – 4:30

13. Figli delle stelle (Fabulous Remix) – 6:50

iTunesAmazon

1. Figli delle stelle (Remastered 2017) – 4:36

2. Donna luna (Remastered 2017) – 3:25

3. Passione (Remastered 2017) – 4:58

4. Notte di stelle (Remastered 2017) – 0:40

5. E tu mi porti via (Remastered 2017) – 3:56

6. Un incontro in ascensore (Remastered 2017) – 3:37

7. Casablanca (Remastered 2017) – 5:06

8. C’è sempre musica nell’aria (Remastered 2017) – 3:25

9. Tu sei un’aquila e vai (Remastered 2017) – 8:07

10. Figli delle stelle (Piano & String Version) – 6:04

11. Figli delle stelle Deproducers – 3:45

12. Children of the Sky (Amsterdam Version) – 6:51

13. Figli delle stelle (London Version) – 4:45

14. Figli delle stelle (Dimensione Stellare) – 3:56

15. C’è sempre musica nell’aria (Instrumental) – 3:40

16. Donna luna (Instrumental) – 3:38

17. E tu mi porti via (Instrumental) – 4:12

18. Un incontro in ascensore (Instrumental) – 3:30

19. Figli delle stelle (Instrumental) – 3:57

iTunesSpotify

1. Figli delle stelle

2. E tu mi porti via

Amazon

1. Figli Delle Stelle (Louie Vega Eol Mix) – 12:02

2. Figli Delle Stelle (Louie Vega Eol Instrumental Mix) – 12:01

3. Figli Delle Stelle (Dance Ritual Main Mix) – 12:13

4. Figli Delle Stelle (Dance Ritual Instrumental Mix) – 12:14

5. Figli Delle Stelle (Roots Dub) – 6:54

6. Figli Delle Stelle Louie Vega (Eol Radio Edit Mix) – 3:28

7. Figli Delle Stelle Louie Vega (Eol Radio Edit Extended Mix) – 4:56

iTunes

1. Vorrei incontrarti – 4:58

2. Angelo – 4:31

3. Serenesse – 3:54

4. Dicitencello vuje – 4:01

5. Sulla cima del mondo – 4:53

6. Microfoni assassini – 4:33

7. Le tue radici – 4:46

8. Sienteme – 3:35

9. The Prisoner and the Dancer – 4:16

10. Your Love Is Magic – 3:06

11. Figli delle stelle – 4:35

12. Passione – 4:57

13. Un incontro in ascensore – 3:36

14. C’è sempre musica nell’aria – 3:24

15. Donna luna – 3:24

16. Tu sei l’unica donna per me – 3:50

17. Look Out – 4:56

18. Take a Chance – 5:59

iTunes

1. Figli delle stelle (Radio Edit) – 4:30

2. Figli delle stelle (Dragonfly) – 6:33

3. Figli delle stelle (Aphrodisiac) – 6:44

4. Figli delle stelle (Fabolous Remix) – 6:50

5. Figli delle stelle (Dimensione Stellare) – 3:56

6. Figli delle stelle (Sax Mix) – 5:58

7. Figli delle stelle (Children Of Thesky) – 6:49

iTunes

Galleria

Videografia

News

Intervista a Rockol

1024 601 Alan Sorrenti

Alan Sorrenti, i 40 anni di ‘Figli delle stelle’: ‘All’epoca si parlò di tradimento, oggi non avrebbe senso’ di Rockol.it Alan Sorrenti festeggia i quarant’anni di “Figli delle stelle”, l’album di…

maggiori informazioni

Intervista a Panorama

1000 600 Alan Sorrenti

Alan Sorrenti: “‘Figli delle stelle’ ha un messaggio spirituale” – Intervista di Gabriele Antonucci. Il 3 novembre torna nei negozi, in edizione rimasterizzata ed estesa, l’album più amato dell’artista italogallese,…

maggiori informazioni

Intervista a Repubblica

990 465 Alan Sorrenti

‘Figli delle stelle’ compie 40 anni. Alan Sorrenti: “Si scrisse da sola” di CARLO MORETTI. Il musicista festeggia l’anniversario della canzone e dell’omonimo album che gli dettero il successo popolare dopo…

maggiori informazioni

Guestbook

Scrivi un nuovo messaggio sul guestbook

 
 
 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
Per ragioni di sicurezza salveremo il tuo indirizzo IP 54.227.126.69.
Il tuo messaggio potrebbe essere visibile nel guestbook solo dopo che l'avremo controllato.
Ci riserviamo il diritto di modificare, eliminare o non pubblicare messaggi.
11 entries.
Christian Foscht da Austria
il mio italiano e terribile – scrivere in englese! Twenty years ago i got a cat and i gave her the name “dimmiche” because of the song “tu sei lunica donna per me” – she died now and when i layed her in grey i also played “tu sei lunica donna per me” – thank you for composing that song! – if it is possible to get an autograph of mr. sorrenti let me know how to get one! Thanks from Austria!
il mio italiano e terribile – scrivere in englese! Twenty years ago i got a cat and i gave her the name “dimmiche” because of the song “tu sei lunica donna per me” – she died now and when i layed her in grey i also played “tu sei lunica donna per me” – thank you for composing that song! – if it is possible to get an autograph of mr. sorrenti let me know how to get one! Thanks from Austria!
Rocco da Canada
A huge fan of yours. You music is brings back all the wonderful memories of growing up. Live in Canada and I am certain there are many that appreciate your special talents. Seems so difficult to find some of your album releases even on iTunes though. Looking for “Di Notte” in particular and any of your later 80’s release. Thank you.
A huge fan of yours. You music is brings back all the wonderful memories of growing up. Live in Canada and I am certain there are many that appreciate your special talents. Seems so difficult to find some of your album releases even on iTunes though. Looking for “Di Notte” in particular and any of your later 80’s release. Thank you.
Brunello Florio da Italia
Dopo circa 40 anni risento Aria. Un vero capolavoro, forse non compreso del tutto a suo tempo.
Dopo circa 40 anni risento Aria. Un vero capolavoro, forse non compreso del tutto a suo tempo.
Roby da Italia
Hello Mister Sorrenti! Una Salute di Ferro, Un Morale d’Accaio e delle Amicizie d’Oro e tutto quello che ti Auguro x questo anno nuovo. 2014 Auguroni di Buonissimo Anno !! W la Musica / W Alan Sorrenti
Hello Mister Sorrenti! Una Salute di Ferro, Un Morale d’Accaio e delle Amicizie d’Oro e tutto quello che ti Auguro x questo anno nuovo. 2014 Auguroni di Buonissimo Anno !! W la Musica / W Alan Sorrenti
Gian Carlo da Italia
Ciao Alan, continua a fare buona musica indipendentemente dalle vendite e dai media. Il più bel disco secondo me è “Bonno Soku Bodai” 1988, forse incompreso. Ciaooo Gian Carlo
Ciao Alan, continua a fare buona musica indipendentemente dalle vendite e dai media. Il più bel disco secondo me è “Bonno Soku Bodai” 1988, forse incompreso. Ciaooo Gian Carlo
Ulli Hackl da Germania
Hello Alan, please send me your autograph-address… Many thanks from Germany, Ulli PS: All the Best for you in 2014!
Hello Alan, please send me your autograph-address… Many thanks from Germany, Ulli PS: All the Best for you in 2014!
Paola da Italia
Sei bravissimo e sono sicura che pure tu amerai i miei quadri… baci, Paola
Sei bravissimo e sono sicura che pure tu amerai i miei quadri… baci, Paola
Paolo Docimo da Italia
Ciao mi chiamo Paolo, le volevo fare i miei complimenti per tutto perché lei è davvero un grande e la stimo davvero tanto. Il sito e fatto molto bene. Ho trovato un link sul buddismo molto interessante visto che pratico il buddismo… inoltre le volevo chiedere visto che sono un musicista batterista di 28 anni con varie esperienze alle spalle se lei può darmi la possibilità di essere ascoltato e magari intraprendere una collaborazione musicale, per me sarebbe un onore davvero… grazie a presto, una vita serena e tanti sorrisi… Paolo
Ciao mi chiamo Paolo, le volevo fare i miei complimenti per tutto perché lei è davvero un grande e la stimo davvero tanto. Il sito e fatto molto bene. Ho trovato un link sul buddismo molto interessante visto che pratico il buddismo… inoltre le volevo chiedere visto che sono un musicista batterista di 28 anni con varie esperienze alle spalle se lei può darmi la possibilità di essere ascoltato e magari intraprendere una collaborazione musicale, per me sarebbe un onore davvero… grazie a presto, una vita serena e tanti sorrisi… Paolo
Angela da Italia
Music is your soul. Sapore di mare, un aquilone svetta cullato dal vento in un cielo azzurro terso; il mare è calmo, onde spumeggianti infrangono sugli scogli la brezza soave marina scompiglia i miei capelli, osservo la spiaggia deserta, la stagione balneare è giunta al termine. Gabbiani volani alti nel cielo un tiepido sole si staglia sugli scogli dorati.
Music is your soul. Sapore di mare, un aquilone svetta cullato dal vento in un cielo azzurro terso; il mare è calmo, onde spumeggianti infrangono sugli scogli la brezza soave marina scompiglia i miei capelli, osservo la spiaggia deserta, la stagione balneare è giunta al termine. Gabbiani volani alti nel cielo un tiepido sole si staglia sugli scogli dorati.
Peppe da Italia
Caro Alan, sto aspettando il tuo nuovo lavoro… ma da nessuna parte si hanno notizie… e mentre ascolto il favoloso “Sott’acqua” spero al più presto ci sforni un album simile!!! Un abbraccio da uno che ti segue da un pò di anni…
Caro Alan, sto aspettando il tuo nuovo lavoro… ma da nessuna parte si hanno notizie… e mentre ascolto il favoloso “Sott’acqua” spero al più presto ci sforni un album simile!!! Un abbraccio da uno che ti segue da un pò di anni…
lisa da Italia
Caro Alan, so che tu non vuoi sentirmi più, ma io non riesco a dimenticare un uomo e un artista come me, seguo tutto ciò che fai e ti vorrò sempre bene. Ti abbraccio con tanto affetto.
Caro Alan, so che tu non vuoi sentirmi più, ma io non riesco a dimenticare un uomo e un artista come me, seguo tutto ciò che fai e ti vorrò sempre bene. Ti abbraccio con tanto affetto.